Menu
Tablet menu

I miei Consigli sul Matrimonio

Resilienza: saper organizzare un matrimonio

 

Organizzare un evento, in particolare un evento tanto atteso e sognato come un matrimonio, richiede particolari attitudini. Non è da tutti pianificare un’attività, un’occasione speciale, fin nei minimi particolari, interpretando con discrezione i gusti e le aspettative altrui. Soprattutto, non è da tutti organizzare un matrimonio con buona capacità di previsione e ottima capacità di reazione agli imprevisti. Negli ultimi anni si parla molto in psicologia di una dote molto utile nella vita e di certo indispensabile per ogni Wedding Planner: la Resilienza. 

 

Resilienza: una dote da Wedding Planner

 

Il concetto, a dire la verità, è preso in prestito dalla scienza dei materiali: è la capacità che alcuni materiali hanno di riacquistare la struttura originaria dopo aver subito una deformazione. Di qui all’ambito psicologico il passo è breve, è evidente: imparare a far fronte alle avversità è una qualità indispensabile nella vita e fondamentale in ogni attività che preveda un forte stress emotivo e responsabilità particolari, come nella professione di Wedding Planner. Ecco perché tutti possono cimentarsi con l’attività di organizzazione eventi ma pochi possono vantare un’esperienza decennale e un’eccellente reputazione.

 

Diverse sono le caratteristiche di un’attitudine resiliente e tutti possono imparare dai propri errori una diversa gestione di probabilità e imprevisti, nella vita come nel Monopoli. Non tutti però sono centrati sull’attività da svolgere e spesso accade che sull’onda dei propri desideri per le nozze ci si affidi con fiducia a individui che poi, alla prova dei fatti, si rivelano banderuole, lasciandoci in preda alle difficoltà e alle ansie che un matrimonio comporta. Quante ne ho sentite, purtroppo… ma andiamo avanti. Dicevamo dell’essere resilienti…

 

Non allarmarsi e riuscire a far tesoro degli imprevisti considerando le avversità come nuove opportunità è fondamentale. Certo, occorre impegno per non abbandonare al primo ostacolo, al primo fornitore che non fa esattamente ciò che gli avevi chiesto. Per gestire gli imprevisti occorre essere concentrati e non lasciarsi dominare dagli eventi, agire con prontezza d’animo e risolutezza accettando i cambiamenti: in una parola, occorre essere resilienti. Le sfide sono il sale della vita, lo stimolo che ci spinge ad affrontare con creatività qualunque problema, con la giusta dose di leggerezza che aiuta a vedere oltre le difficoltà e a inventare soluzioni che magari in un primo momento non avevamo considerato. 

 

Ricercare l’armonia con una sapiente orchestrazione

 

Pianificare le nozze con un anno di anticipo, organizzare un matrimonio in 6 mesi oppure in 3 mesi, non cambia il fatto che ci saranno sempre circostanze non previste, piccoli incidenti di percorso. Ogni momento dovrà essere gestito con professionalità dalla wedding planner perché possa essere vissuto con serenità dagli sposi. L’atmosfera del vostro evento, sia esso un matrimonio civile o religioso, un matrimonio da favola o una cerimonia per pochi intimi, sarà accogliente nella misura in cui voi sarete sereni, e la vostra serenità dipenderà moltissimo dalla capacità di resilienza della vostra wedding planner. Come dico sempre, l’armonia è il vero obiettivo di una sapiente orchestrazione. 

 

Nel vostro giorno più bello ogni elemento, dal catering alla musica, dalla location al flower design, dovrà vibrare all’unisono con il tutto, dare e ricevere senso dal progetto complessivo. E, soprattutto, il vostro matrimonio dovrà emanare un’aura di serena compiutezza che solo una gestione resiliente dell’evento potrà assicurarvi. Senza drammi e false partenze. Come in un’allegra quadriglia d’altri tempi. ;)

 

Contattami per saperne di più.

Leggi tutto...

Organizzare un Matrimonio in 3 mesi

 

Forse non ci crederete, ma la più classica delle domande che mi sento rivolgere in qualità di wedding planner resta “è possibile organizzare un matrimonio in tre mesi?” e la mia risposta, generalmente, è “che problema c’è?”. Perché un approccio ottimistico e consapevole, nella vita, è indispensabile: una wedding planner, costi quel che costi, deve riuscirci se il vostro amore lo chiede! Naturalmente, con così poco tempo a disposizione, non è da tutti ottimizzare i tempi e andare dritti verso la meta con le idee chiare e un progetto solido. Solo una wedding planner esperta sa cosa serve per organizzare un matrimonio, senza inciampare negli imprevisti che, diciamocelo, capitano malgrado qualunque previsione.

 

Perché Organizzare un Matrimonio in 3 mesi?

 

Probabilmente vi state chiedendo perché organizzare un matrimonio in 3 mesi, se nell’articolo sul countdown delle nozze abbiamo scritto che è necessario 1 anno per organizzare un matrimonio da favola. Insomma, si può organizzare un matrimonio in 3 mesi ma perché dovremmo procurarci tanto stress? Beh, innanzi tutto perché con una wedding planner al vostro fianco non esiste stress! Poi, cosa più importante, perché spesso l’amore non aspetta. Perché magari stavamo progettando una vita insieme ed è sopraggiunto un fatto nuovo che accelera i nostri programmi a lungo termine, magari sei in dolce attesa o dovete far fronte a un improvviso trasferimento lavorativo. Una gravidanza o un nuovo lavoro mi sembrano ottimi motivi per inaugurare la vostra vita assieme. Infine perché, come insegna il meraviglioso film Harry ti presento Sally, “quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile”. Tutte le strade portano a Roma, quindi partiamo con i preparativi per il matrimonio!

 

Cosa serve per Organizzare un matrimonio in 3 mesi 

 

Il primo passo, scelta la data delle nozze, sarà scegliere e contestualmente prenotare la chiesa o il municipio. È chiaro infatti che i momenti di valutazione saranno concentrati nel breve volgere di un paio di settimane, affinché la fase organizzativa vera e propria possa entrare nel vivo quanto prima. Una volta definito il tono e lo stile complessivo dell’evento, lasciandovi ispirare dai vostri desideri, ecco che entra in gioco l’esperienza di una wedding planner per individuare a colpo sicuro la location ideale. Il matrimonio perfetto richiede idee chiare sul numero d’invitati e sul tono della cerimonia e del ricevimento di nozze: il budget verrà di conseguenza, senza inutili sprechi ma anche senza lesinare l’indispensabile.

 

Cosa fare 2 mesi prima del matrimonio

 

Quindi, sarà opportuno scegliere l’abito da sposa e accordare lo stile dello sposo in sintonia: avere al vostro fianco una wedding planner vi servirà a evitare inutili pellegrinaggi in ateliers e boutiques che non sono all’altezza dei vostri desideri e a trovare rapidamente l’abito da sposa dei sogni. Poi penseremo assieme alle partecipazioni più adatte, che dovranno essere recapitate nel più breve tempo possibile! Infine sceglieremo il menù ideale per un tradizionale banchetto di nozze o un rinfresco più informale e pianificheremo il design floreale. Quanto alla logistica dell’evento, e a tutte le incombenze relative ai fornitori, alla musica per la cerimonia e per il ricevimento (dj set, swing band o quartetto d'archi che sia), ai professionisti per foto e video del matrimonio, state sereni… ci pensa la vostra wedding planner con un occhio attento al budget!

 

Ciò che resta da fare per organizzare un matrimonio due mesi prima dell’evento è, sostanzialmente, prenotare un romantico viaggio di nozze, scegliere bomboniere e confetti, acquistare le fedi e gli accessori, definire la lista degli invitati e il tableau de mariage. Niente d’impossibile insomma, soprattutto se c’è chi vi guida passo dopo passo, con consigli e suggerimenti maturati in anni di esperienza. Tutto sommato, non vorrei sbilanciarmi, ma direi che a due mesi dal matrimonio potreste addirittura concedervi un rilassante weekend in un Resort munito di SPA.

 

Wedding Planner per ottimizzare i tempi 

 

Un mese prima del matrimonio definiremo assieme gli ultimi particolari, perché tutto sia perfetto fin nei minimi dettagli. Verificherò punto per punto quanto pianificato, mentre voi sarete alle prese con beauty, trattamenti estetici ed hair stylist, ultima prova dell’abito e del corteo nuziale. In altre parole, non vi resterà che concentrarvi sul nocciolo della faccenda: tutto l’amore che c’è in un semplice “sì”. 

Leggi tutto...

Organizzare un Matrimonio Economico, ma Chic!

  • Pubblicato in Design

Saranno i tempi di crisi, ma spesso accade che il primo approccio all’idea di organizzare un matrimonio in modo impeccabile sia: quanto mi costa la wedding planner? Cioè prima ancora di conoscere i servizi offerti o la loro articolazione, la convinzione diffusa è che sia più economico organizzare un matrimonio fai da te. E quando poi accade che il risultato non sia all’altezza delle aspettative (perché immancabilmente accade, credetemi!), mi verrebbe da dire come quella vecchia pubblicità: “ahi ahi ahi!”

 

Innanzi tutto capiamoci sul significato di “matrimonio economico”: la parsimonia in economia non è avarizia, è dare il giusto valore al denaro, che va rispettato e non sperperato. Sappiate che un matrimonio low cost può rivelarsi assai più impegnativo delle aspettative per chi non sa come ottimizzare tempi e costi! Perché il punto è che solo avvalendosi dell’esperienza di una wedding planner esperta ci si muove con consapevolezza tra proposte dei fornitori, desideri personali e necessità dell’ultimo minuto. E anche qui fate attenzione: diventare wedding planner è possibile per chiunque, gestire quest’attività per molti anni con un’ottima reputazione è per i veri professionisti dell’organizzazione e design eventi.

 

Wedding planner e matrimonio low cost:

non è una contraddizione in termini!

 

Ottimizzare tempi vuol dire risparmiare inutili visite di location in location per matrimoni, evitare discutibili pacchetti “tutto compreso” che vi propineranno cibo pessimo e fotografi improvvisati, per non parlare dei pellegrinaggi tra boutique ed ateliers che vi consiglieranno sempre ciò che a loro farà comodo che acquistiate. E poi sono molte le voci di costo per confetti, bomboniere e quant’altro che si possono intelligentemente gestire con un budget rigoroso. Basta avere accanto una wedding planner molto creativa che conosca il mondo del wedding da anni! 

 

Soprattutto ricordate che un conto è risparmiare un conto è essere cheap: economico non vuol dire per forza scadente, di poco valore, vuol dire far fruttare l’esperienza dei professionisti come chi fa il mio mestiere per sapere a chi rivolgersi, e avere idee e suggerimenti preziosi. Inoltre chi l’ha detto che le nozze economiche siano banali: una wedding planner può riuscire ad organizzare un matrimonio economico e originale semplicemente elaborando idee molto innovative per il design della cerimonia o del ricevimento di nozze. Ad esempio declinando il matrimonio all’aperto, magari in stile shabby-chic oppure vintage (addirittura si potrebbe scegliere un abito da sposa anni ’20 di seconda mano!), con romantici oggetti antichi disseminati qua e là nella campagna e scampoli di tessuto della nonna.

 

Un matrimonio economico ma bello, insomma, magari con fiori di stagione perché costano assai meno (lo sapevi?), non troppi invitati (in fondo i più intimi non superano mai i 50!) e, ancora, bomboniere solidali e un semplice rinfresco in riva al mare con la musica di quell’orchestrina jazz, giovane ma portentosa. Insomma, la sobrietà è “una manifestazione di intelligenza e di autonomia di pensiero” (M. Pallante) e con i giusti consigli tutti possiamo avere un matrimonio da favola! ;)

 

Parliamone assieme…

 

Leggi tutto...

Organizzare un Matrimonio Civile

Se il matrimonio civile può sembrare inizialmente più semplice da organizzare, perché non dovendo tener conto del rito ecclesiastico in effetti vengono meno parecchie preoccupazioni culturalmente imposte, credetemi, il matrimonio civile può essere parecchio più impegnativo e stressante, proprio perché non ci sono attese specifiche, non c'è "il modo" di organizzare un matrimonio civile, ragion per cui gli ottimisti tenderanno a vedere in questo le possibilità, mentre i pessimisti comincieranno da subito a preoccuparsi di risultare originali ma non fuori luogo.

Ma andiamo con ordine:

organizzare un matrimonio civile con pochi soldi

Un matrimonio civile può essere quanto di più economico si possa immaginare. Una volta una mia amica uscì di casa insieme al suo futuro sposo e ad altri due amici, andarono al Comune (documenti a posto) e nel giro di pochi minuti erano marito e moglie. Oggi sono una delle coppie più felici che conosco. Punto. Il senso è tutto qui, vissero per sempre felici e contenti.

Se per voi il matrimonio è solo una formalità non ha senso che continuiate a leggere le pagine di questo blog e menchemmeno che vi rivolgiate a una wedding planner come me. Quello che amo e che cerco ogni giorno della mia vita sono i dettagli da un lato e l'insieme dall'altro. Un matrimonio civile racconta una storia, perché a differenza del matrimonio tradizionale, è evidente che c'è un motivo molto specifico per cui viene scelto. Questa storia può essere raccontata in un solo rigo, oppure in un intero romanzo, dipende da te. Chiaramente  con un budget molto basso si possono fare cose carine, ma è impossibile arrivare all'effetto Eventi di Classe.

Matrimonio civile all'aperto

Il matrimonio civile può essere tenuto all'aperto in un giardino? Molti dicono da no perché per legge il rito civile si consuma sotto il tetto di un edificio pubblico, ma in effetti è possibile che le "stanze" siano all'aperto, se il Comune acconsente a un accordo speciale. Sul web ci sono diverse testimonianze in cui i Sindaci scelgono di infrangere la legge (ed è l'unico caso al mondo in cui sono felicissima che si commetta un illecito) portando i pubblici registri fuori dalle mura del Comune. In ogni caso i registri non possono lasciare le stanze (o appunto i giardini) dell'edificio pubblico preposto ad ospitare la cerimonia, quindi non basta un giardino qualunque, ma dev'essere uno spazio Comunale.

Quanto costa un Matrimonio Civile?

Come dicevo, pochissimo o moltissimo. Innanzitutto non confondiamo il rito civile con quello simbolico perché sono due cose distinte. Mentre il rito simbolico in teoria può avvenire anche sott'acqua o su Marte (ad arrivarci), il rito civile deve avere luogo tra le mura del Comune o comunque in un edificio pubblico, quindi abbiamo già un punto fermo da cui partire. In ogni caso il ricevimento è la parte più costosa del matrimonio, quella che assorbe la maggior parte del budget, e come potete immaginare è indipendente dal tipo di funzione che si sceglie, quindi per rispondere seccamente alla domanda "quanto costa", posso rispondere "sempre uguale" dipende dalla volontà di raccontare una storia e dal modo di raccontarla.

Perché Organizzare un Matrimonio Civile?

Perché si viene da un precedente matrimonio e non si ha l'autorizzazione a sposarsi in chiesa con rito cattolico, oppure perché uno dei due coniugi non è di fede cristiana o ancora per motivi personali. La cerimonia, in momenti diversi può sottolineare o nascondere il reale motivo per cui si è scelto il rito civile, ma in ogni caso il rito civile è perfetto da accostare al rito simbolico, proprio per le sue caratteristiche di sobrietà rispetto alla funzione religiosa. Da qui in poi diventa una scelta di storytelling:

Storytelling e Rito Civile

Anche il matrimonio a tema, il matrimonio in stile e il matrimonio etnico sono compatibili con il rito civile, nella misura in cui vengano sviluppati in una sede separata dagli edifici pubblici in cui si tiene la cerimonia con valore legale. Una volta abbandonate le stanze del municipio non ci saranno limiti allo sviluppo dello storytelling nuziale, anzi dirò di più, forse il matrimonio con rito civile, avendo una cornice meno invaente rispetto a quella del matrimonio con rito cattolico, si presta meglio a sovrapposizioni particolari o se volete avventurose, come il matrimonio a tema Star Wars, in stile Dickens (vittoriano) o  ad esempio nigeriano per chi appartiene a quella cultura ma vive in Italia. Quante storie straordinarie può raccontare secondo voi un matrimonio a partire da un rito civile?

 

Leggi tutto...

Organizzare un matrimonio a tema: Dickens

  • Pubblicato in Design

Io Charles Dickens lo adoro

Ho cominciato a leggerlo da bambina e non ho mai smesso. Ed è proprio perdendomi tra quelle pagine di letteratura vittoriana così piene di umanità, di eleganza, di sentimenti a stento trattenuti, e di tutti i colori e gli stati dell'animo umano, che ho cominciato a desiderare di organizzare un matrimonio così. Diciamo che lo tengo fra i buoni propositi per il 2014. Prenderò ispirazione dall'eleganza in stile georgiano (da Miss Havisham) e, perché no, dai costumi e dalle scenografie di The Invisible Woman, attesissimo film di prossima uscita in Italia, che racconta la romantica storia d'amore segreta tra Charles Dickens (nel film Ralph Fiennes) e Ellen Ternan (detta Nelly, interpretata da Felicity Jones). 

 

Un salto indietro nel tempo

Sogno tonalità antiche di oro e crema, con dettagli vintage, merletti e carrozze, per un matrimonio elegante di ispirazione georgiana. Del resto le più grandi suggestioni che ci accompagnano sono spesso reminiscenze di romanzi letti o di meravigliosi film che abbiamo amato. Credo che il bello di un matrimonio in questo stile, quasi in costume, sia che ci fa tornare a quella dimensione del sogno che appartiene alla quotidianità dei bambini. In questo modo un matrimonio, che è un evento già unico e forte sotto l'aspetto emotivo, perde qualunque contatto con la realtà per trasferire tutti i partecipanti in una sognante dimensione parallela. Un romanticismo fato di sguardi e piccoli gesti, un'eleganza mai esibita e, per questo, più autentica.

 

matrimonio-dickens

Perché Grandi Speranze come tema per un matrimonio?

Uno dei motivi per cui ho pensato a Grandi Speranze è che si tratta di quel tipo di romanzo che racconta una storia in divenire, partendo dall'infanzia del protagonista fino all'età della maturità. Ecco, un matrimonio è un punto d'arrivo e di partenza allo stesso momento. Si trova dentro un percorso a due fatto di tappe, ognuna delle quali ha un significato e un valore specifico ma solo se osservata nel contesto generale.

È proprio come la vita di ognuno di noi.

Progetto da sempre un matrimonio da sogno che incanterà di certo tutti gli invitati, sia che abbiano letto il romanzo e se ne siano innamorati come me, sia che non lo conoscano affatto. Sebbene, per me, leggere Dickens sia uno dei piaceri irrinuciabili della vita. ;)

 

 

 

 

 

 
Leggi tutto...

Organizzare un matrimonio: la dieta del DNA

  • Pubblicato in Bon ton

Uno degli aspetti più spesso ricercati da chi si trova a organizzare un matrimonio da sé, è come arrivare in forma smagliante (o almeno accettabile) all'altare. Oltre ai trattamenti di bellezza, le saune, lo yoga e i chilometri di corsa, anche la dieta che si sceglie di seguire ha un suo "peso" nell'ordine delle cose.

Acquistare l'abito nuziale leggermente più stretto può costituire la spinta necessaria tanto per lo sposo quanto per la sposa, per intraprendere una dieta che si è sempre avuto in animo di fare, ma per la quale sono sempre venuti meno quei requisiti di pazienza e soprattutto di continuità necessari a portare avanti quello che rimane un gran bel proposito.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Richiedi un preventivo

richiedi un preventivo

Video

Il canale YouTube di Eventi Di Classe

Login or Register